La Storia del Cantiere Pezzini inizia ai primi del ‘900 quando Attilio Pezzini mette a frutto l' esperienza acquisita da Natino Celli e costruisce le prime barche per il trasporto della sabbia: i cosiddetti “barchetti”..

…L'avventura coinvolge entrambi i figli, Egidio e Carlino Pezzini e nel 1942 , la realizzazione del primo peschereccio in legno di 22metri( l'Alcione) da una prima svolta importante al Cantiere che, localizzato lungo il canale Burlamacco apre una sede in una porzione dell'attuale polo nautico dove dal 1947 al 1951 vennero realizzati altri 4 pescherecci tra i 15 e 25 mt.

…La passione è forte ed anche il nipote Attilio Pezzini (figlio di Egidio) inizia la sua avventura nel Cantiere, ma la crisi della cantieristica degli anni 50 lo portano ad espatriare e nel 1953 parte per il Brasile.. La poco dopo essersi adattato al nuovo paese costruisce più di 80 tra motoscafi, barche a vela e canoe per la navigazione fluviale e accumula l'esperienza necessaria che nel 1963 lo riporterà in Italia. Attilio inizia lavorando alla S.E.C. ma il richiamo del cantiere è troppo forte.. con il lavoro finanzia un “gozzo”in legno che realizza interamente da solo .L'aumento delle commesse e la richiesta di spazi per il rimessaggio lo portano ad ampliare l'attuale sede del Cantiere.

Continua >

La nostra storia


Da sinistra: Attilio, Sandro e Massimo Pezzini, Luca Sessa