..nel frattempo, è il 1975, anche Massimo Pezzini , figlio di Attilio, si unisce alla squadra di famiglia e l'attività prosegue con le produzioni dei modelli da 4 a 38 metri secondo metodo classico con tracciato a terra di scafi e sovrastrutture in legno per la realizzazione di stampi di Yacht per i Cantieri più prestigiosi al mondo come Azimut, Maiora, Pershing, San Lorenzo, Antago ecc..(alcuni di questi modelli sono attualmente in produzione)

..e negli anni '90 l'attività di riparazione e modifiche, da sempre effettuata, si sviluppa con interventi di trasformazioni complete e di restauro di scafi classici di prestigio come

Blue Millard: il più antico dragone italiano ancora esistente

Pinocchio : un folk boat del 1960 acquistato dal proprietario sul lago di Costanza

Mirabellissima : una deriva nazionale classe “A” del mitico Aliboni

Violetta VI : Un 5.50 S.I. disegnato da Carcano e costruito da cantieri Baglietto nel 1961

Margaret.: un 8 metri S.I. del 1926 progettato e costruito da Anker

Ganbare : One tonn del 1973 disegnato dall' allora sconosciuto Doug Peterson che rivoluzionò i canoni dello I.O.R.

Ojalà II : one tonn del 1973 disegnato da Olin Stephens.

>>> La nostra storia

...sono gli anni '70 ed anche il fratello Sandro Pezzini inizia la propria collaborazione nel Cantiere per la realizzazione dei primi gozzi, lavori di manutenzione per gli Yachts. E la completa realizzazione di un motorsailer di 14 mt. disegnato da Ugo Faggioni.: è l'epoca del diporto ed iniziano le produzioni di “one off” da regata per progettisti del calibro di “Bruce Farr; Ron Olland; Philiph Briand; Vrolik; Vallicelli; Paperini; Budini ecc.” e le prime esperienze sui materiali compositi (Kevlar; carbonio; nido d'ape; laminazioni in sottovuoto ecc.)